You are here
Home > Magazine > Intervista a Flavio Pantaleo “Iceman”

Intervista a Flavio Pantaleo “Iceman”

flavio pantaleo

Intervista a Flavio Pantaleo “IceMan”

Pro wrestler freelance in grado di fondere al meglio serietà, dedizione e preparazione atletica.

ITAwrestling: Un saluto a tutti i lettori di ITAwrestling. Oggi siamo in compagnia di Flavio “IceMan” Pantaleo, wrestler freelance che ha lottato per differenti Federazioni. Prima di tutto ti ringraziamo Flavio per la disponibilità. E’ un piacere per noi poterti fare delle domande dirette.

Flavio Pantaleo: Grazie a voi per questa intervista.

ITAwrestling: Come prima domanda vorremo capire cosa ti abbia indirizzato a scegliere uno sport di intrattenimento come il wrestling ?

Flavio Pantaleo: E’ stato un po’ come per tutti: ero un appassionato! Ho iniziato ad appassionarmi circa nel 1996-1998 con la WCW di Bishoff e con la allora WWF. Oltre a colpirmi la parte scenica, l’intrattenimento, i personaggi e tutto ciò che contornava questi spettacoli maestosi, ero attratto dalla parte sportiva: atleti preparati, tecniche sopraffine e mosse spettacolari erano tutto ciò che mi stava lentamente spingendo al debutto in questa disciplina. Nel frattempo, mi sono dedicato per anni alle arti marziali (passione mai abbandonata nemmeno durante la mia carriera da wrestler. Non ho mai abbandonato nemmeno le competizioni) e quando giunsi alla decisione di prendermi una pausa dalla Muay Thai, fu allora che decisi di provare ad intraprendere la pratica del wrestling, cosa che mi è riuscita abbastanza bene, nel mio piccolo.

Iceman sul ring
Iceman sul ring

ITAwrestling: Hai mai avuto la possibilità di seguire le grandi leggende del wrestling ?

Flavio Pantaleo: Poco. Con l’inizio degli allenamenti e poi successivamente con il mio debutto negli eventi, ho seguito sempre meno gli show in tv, attratto sempre più da una parte al mondo indy americano e, soprattutto, europeo e dall’altra parte a Puroresu.

ITAwrestling: Agli esordi, non ti sei mai trovato a disagio nei live show di fronte al pubblico ?

Flavio Pantaleo: All’inizio un po’ si, anche se ero già abituato ad esibirmi davanti al pubblico (c’è una differenza sostanziale tra il pubblico di arti marziali e quello del wrestling italiano – bisognerebbe poi fare una riflessione anche nelle differenze tra lo spettatore italiano e quello straniero).

Solida base nelle arti marziali
Solida base nelle arti marziali

ITAwrestling: La preparazione e l’allenamento di un wrestler richiede particolari sforzi ?

Flavio Pantaleo: Si, molti. Si è atleti a 360 gradi. Oltre ad un’approfondita conoscenza tecnica (ed intendo soprattutto le basi del pro wrestling) ci vuole un’intensa preparazione fisica ed una base marziale da sport agonistico.

ITAwrestling: Sappiamo che sei un freelance, ma come valuti il rapporto instaurato con i membri delle varie Federazioni in cui hai lottato ?

Flavio Pantaleo: Si, sono un freelance. Lotto soprattutto per l’ASCA e per la Rising Sun. Sono molto legato all’ASCA e consiglio a tutti di seguirla e supportarla. Lotto dove è richiesta la mia presenza e dove so di essere trattato con rispetto. Ho un buon rapporto con alcuni e pessimo con altri. Con pochi ho stretto un forte legame di amicizia.

ITAwrestling: Per quanti anni ancora pensi di poter essere al top e garantire dei live show di qualità ?

Flavio Pantaleo: Attualmente mi sono concesso una pausa di riflessione per diversi impegni che mi hanno portato ad interrompere, spero solo temporaneamente, la mia carriera. Inoltre, l’ambiente qui in italia non è ancora idilliaco e ciò non aiuta. Spero un giorno di decidere di tornare, credo di avere ancora molto da dire.

ITAwrestling: Cosa ti senti di consigliare a chi vuole iniziare un percorso sportivo nell’ambito del wrestling ?

Flavio Pantaleo: Scegliete allenatori davvero preparati e qui in italia è dura trovarne! Informatevi molto, parlateci e confrontatevi con loro in modo da capire con chi avete a che fare. Chiedete una o due prove di allenamento. Molti non meritano nemmeno questo appellativo, ma, ahimè, non ci sono regolamentazioni a riguardo. Per andare sul sicuro prendete armi e bagagli e andate via! Ci sono grandissime Accademie non solo sparse per il mondo, ma anche vicino a noi come ad esempio WXW in Germania ed Olanda con alcuni trainer preparati. In UK è pieno di scuole che garantiscono un futuro. Occhio però: se capite di non essere portati, lasciate perdere e datevi alle scommesse calcistiche!

Iceman
Iceman

ITAwrestling: Ti ringraziamo molto per la disponibilità e ti lasciamo ai tuoi impegni. Ancora grazie da ITAwrestling.

Flavio Pantaleo: Grazie a voi, spero di risentivi presto!

(Grazie a Flavio Pantaleo)

Omar Ronzio
Fondatore ed amministratore del blog sportivo ITAwrestling dal gennaio 2017 ed appassionato di wrestling e fitness. Dopo più di 10 anni nella pallacanestro non professionistica consegue il diploma di "Istruttore Di Fitness e Body Building", riconosciuto dal C.O.N.I., nel febbraio del 2006. Metto a disposizione di questo sport le mie competenze da atleta e blogger sportivo in modo da poter dare maggiore voce al wrestling italiano.

Lascia un commento

*

Top